Occhi commossi e a tratti pieni di lacrime venerdì 25 in occasione del Recital “Per non Dimenticare” nell’aula Magna della MEDIA FERMI di Venegono Inferiore. Le classi 3A e 3B hanno incantato la platea interpretando due testi molto intensi: “L’Istruttoria” di Weiss e il “Sogno di Lilli” di Vaifra (Lilli) Pesaro, che ha onorato famiglie, insegnanti ed alunni con la sua significativa presenza. La coralità della recitazione dei ragazzi ha ispirato in tutti noi la forte consapevolezza che orrore e follia non possono e non devono essere dimenticati.

L’alternanza delle struggenti testimonianze dei deportati di Auschwitz e le fredde voci dei carnefici del testo di Weiss (3A) hanno fatto da contrappunto alla tenerezza dei sogni di Lilli bambina del secondo libro (3B), che come una piccola Anna Frank è stata costretta a nascondersi in casa di amici, senza poter uscire, né giocare, né andare a scuola. Una piccola ebrea italiana, vittima delle leggi razziali, a cui erano rimasti solo i sogni per incontrare il suo papà rinchiuso in ad Auschwitz, e dove sarebbe poi stato ucciso dalle SS qualche giorno prima della liberazione. Con la sua testimonianza forte e drammatica Lilly ha toccato profondamente le coscienze, portando nel contempo un messaggio di amore e di speranza per un’umanità migliore, che si è concretizzato nell’abbraccio spontaneo e meraviglioso con un giovane profugo Siriano presente tra gli attori/studenti. Il rifiuto dell’intolleranza, delle discriminazioni, dei pregiudizi e il rispetto per gli altri deve nascere sin da piccoli e l’esempio e le parole degli adulti sono importanti: ecco il sogno di Lilli oggi!

Con questo recital la scuola Media Fermi ha scritto una delle sue pagine più alte e indimenticabili, un percorso emotivo che è stato in realtà un grande invito a riflettere, per non abbassare la guardia e per far sì che la nostra umanità non si assopisca mai.