A tutta la Comunità Scolastica di Venegono,
ai carissimi bambine, bambini, ragazze e ragazzi, ai docenti, al personale e alle famiglie tutte.

Carissimi,
siamo all’avvio di un nuovo anno scolastico, un anno scolastico sicuramente diverso da tutti gli altri, ma che riesce ad iniziare in presenza nonostante tutte le letture pessimistiche. Inizia in presenza grazie allo sforzo profuso dalla scuola, delle istituzioni locali e ministeriali, il volontariato. Finalmente, di nuovo in presenza nei plessi che storicamente hanno rappresentato i luoghi innanzitutto di convivenza e socialità, nonché di sviluppo dell’apprendimento e della cittadinanza della nostra comunità.

Un anno è passato dal mio primo incontro con tutti voi, ed è stato un anno duro per tutti segnato dalle ombre e dalle restrizioni del Covid. Un lunghissimo lasso di tempo senza che i nostri studenti potessero tornare a scuola, sedersi ai propri banchi, riuscendo così a riempire le giornate per quanti, come me, lavorano a scuola, ravvivando i corridoi con le loro risate, le loro grida, la loro freschezza.
Concedetemi un saluto speciale proprio ai nostri bambini e ragazzi: ci siete mancati, mi siete mancati!
Domani popolerete quegli edifici che ritorneranno, finalmente con voi, a colorarsi e a riprendere vita. Non c’è scuola senza di voi! Di cuore: ben tornati!

All’inizio non sarà la stessa “normalità” che ricordate. Regole più rigide imposte dal periodo storico che stiamo attraversando, ci impongono la mascherina, ci vietano gli abbracci, ci precludono quei contatti che, lo confesso, sono stati  la mia carica mattutina. Ritornerete a scuola, ritroverete i vostri insegnanti, i vostri bidelli, e soprattutto i vostri compagni. Tornerete, e torneremo tutti, ad una  “quasi normalità”, a stare nelle vostre aule, sedervi ai vostri banchi, ad alzare la mano per chiedere chiarimenti, a scambiarvi informazioni e a sorridere senza più essere davanti ad una fredda camera di un computer.

La comunità intorno a voi ha fatto tutto il possibile perché possa andare tutto bene.
Andrà tutto bene, a partire anche dal comportamento di ciascuno di noi.
Auguro buon anno scolastico a tutti voi.

Il vostro Dirigente Scolastico